Partiamo dall’inizio

La Games Technology Convention (poi abbreviata in GTC) nasce nel 2013, quando Gioacchino Rinallo e Alessandro Bianchi decidono di organizzare una serata tra amici per godersi in differita gli annunci dell’Electronic Entertainment Expo di Los Angeles. I due però scelgono una formula originale per dare all’idea un qualcosa in più e realizzano persino una lettera di invito consegnata direttamente a casa di ciascuno dei partecipanti. Oltre a proiettare tutti i trailer e i gameplay dei giochi presentati all’E3, viene organizzato uno spettacolo di ballo e vista la buona riuscita della serata, i due organizzatori decidono di provare ad invitare qualche amico in più per la “serata E3” dell’anno successivo, puntando ad un “pubblico” di circa 30/40 persone.

Da una serata per una decina di amici, nasce un progetto che più ambizioso di quanto si potesse pensare, così i due decidono di realizzare il nuovo evento in un ristorante per poter ospitare più gente che aveva mostrato interesse per l’idea. Coinvolgono così l’amico Mike Cimini, gestore del Ristorante Le Terrazze di Forlì (FC) che si trovò sempre più coinvolto e prese il ruolo di coordinatore della ristorazione e degli spettacoli da introdurre nella serata: era nata a quel punto la Games Technology Convention, con l’idea di attrarre almeno una cinquantina di appassionati che, come per l’originale serata tra amici, ricevettero tutti un invito da parte dello staff.

Senza aver organizzato nulla di strutturato e semplicemente con il passaparola tra gli interessanti, i partecipanti superarono le aspettative raggiungendo per la serata dell’edizione 2014 quota 140 persone provenienti da tutta l’Emilia Romagna: decisamente un bel successo!

Ledizione 2014 consisteva sostanzialmente in una cena allungata fino a notte fonda, in cui vennero mostrati i trailer e i video di gameplay presentati giusto qualche giorno prima all’E3 di Los Angeles, riorganizzati per adattarli alla scaletta della serata e suddivisi per pubblisher.

Oltre al materiale audiovisivo, la GTC venne ulteriormente arricchita da diversi spettacoli e propose una prova con mano dell’Oculus Rift Development Kit 1 per la realtà virtuale ed un PC da Gaming con cui sperimentare titoli come Crysis 3, Watchdogs, etc. alla stellare risoluzione 4K.

◎◎◎◎◎

Portato a casa un grande successo, gli organizzatori, stanchi ma ancora eccitati da ciò che erano stati in grado di realizzare, non persero tempo a riposare e raccolte sensazioni e feedback da parte dei partecipanti si misero subito a fantasticare su come rendere l’edizione 2015 ancora più grande e roboante.

Con l’aggiunta al team di Stefano Leoni e Fabio Marchesi, il gruppo si mise subito al lavoro per l’edizione 2015 della GTC che, volendo fare le cose più in grande, si spostò presso il Naima Club sempre a Forlì, coinvolgendo nuove idee e forze per fare ancora meglio dell’anno prima.

Il cuore dell’evento rimaneva la proposizione in differita del materiale presentato in occasione dell’E3 di Los Angeles, in una location più suggestiva quale quella del Naima e arricchita da diverse nuove chicche. Ancora una volta era presente un super PC da Gaming in grado di garantire prestazioni fuori dal comune ed era stata anche allestita una piccola zona a cura del negozio Brain Fusion di Forlì, dedicata alle più iconiche console di retrogaming.

La cena era nuovamente compresa nella serata ed è stata accompagnata nuovamente da diversi spettacoli di ballo e anche musicali con delle violiniste che hanno riprodotto un medley delle più amate colonne sonore dei videogiochi, infine si è svolta una interessante conferenza tenuta dai ragazzi di IGN Italia e da altri ospiti intervenuti nel progetto anche dal mondo dello sviluppo indipendente.

L’edizione 2015 ha comunque raggiunto quota 250 partecipanti da tutta l’Emilia-Romagna ed ha rappresentato un nodale punto di svolta per la direzione che l’evento avrebbe assunto in futuro. In seguito ad impegni personali, Alessandro Bianchi e Stefano Leoni decisero a malincuore di abbandonare questo progetto non potendovi più dedicare il tempo necessario, e le cose si fermarono per qualche tempo.

◎◎◎◎◎

Pochi mesi prima dell’E3 del 2016 però, Gioacchino si lasciò convincere dagli amici che chiedevano a gran voce cosa bollisse in pentola per la GTC e decise di coinvolgere anche Francesco Ventrella e Joshua Fidone, redattori del noto web magazine Lega Nerd che ora collaborano attivamente al progetto e tutti insieme, tornando alla location originale del Ristorante Le Terrazze a Forlì, hanno organizzato la GTC 2016 che ha raggiunto un successo mai visto prima di partecipazione ed apprezzamento, grazie alla suddivisione della serata in due momenti: uno di conferenze ai quali hanno partecipato insieme sia membri della redazione di Lega Nerd che di Multiplayer.it, e un momento più prettamente ludico grazie a svariate postazioni PC da Gaming, diversi sviluppatori che hanno portato in anteprima i loro giochi alla GTC e l’intera storia dei videogiochi a partire dall’Atari 2600 in avanti organizzata in tante postazioni di gioco da Roberto Bentivogli, nuovo acquisto del team.

Per approfondire l’edizione 2016 della GTC vi rimandiamo direttamente all’articolo di recap ufficiale (http://leganerd.com/2016/07/29/gtc-2016-report) e vi consigliamo di continuare a seguirci perché l’edizione 2017 sarà qualcosa che nemmeno potete immaginare!

 

 

http://leganerd.com/2016/07/29/gtc-2016-report/